Archivio

Costa Concordia 037

0

Avviso ai naviganti vs. Isola del Giglio

Il comandante del porto di Porto Santo Stefano, viste le precedenti ordinanze ed il provvedimento del 27 febbraio della Procura della Repubblica di Grosseto, «Con il quale è stato disposto il mantenimento dell’interdizione dello specchio acqueo adiacente l’isolotto delle Scole in località Isola del Giglio»; la richiesta di emissione avviso ai naviganti nr. 01.01.16/7611 dell’8 marzo del Maridipart La Spezia; il “Regolamento per la disciplina delle attività marittime e portuali nel Porto di Giglio Porto” del Comune di Isola del Giglio, approvato con Ordinanza n. 03/2004 in data 19.01.2004 e successive modifiche ed integrazioni e «Considerato l protrarsi delle operazioni nell’ambito del relitto della motonave “Costa Concordia” di bandiera italiana, n . I.M.O. 9320544, MMSI 247158500, di lunghezza 291 rnt., larghezza 38 mt., incagliata nel punto di coordinate: lat. 42° 21,48″ N – long. Q1.0° 55,t8n», per assicurare il regolare svolgimento delle operazioni, individua due aree interessate «Dalle operazioni dei mezzi navali che operano nell’ambito della “emergenza Concordia”, ordina che nell’area Interessata dai lavori (Datum WGS 84), cioè nella zona dove è naufragata la Costa Concordia, e nell’area interdetta isole le Scole (DATUM WGS 84):

«Articolo 1. Sono vietati qualsiasi tipo di attività marittima, subacquea e di superficie, il transito, la sosta e l’ancoraggio ad eccezione dei mezzi militari e di polizia e delle unità impegnate, a vario titolo, nelle operazioni.

Articolo 2. Tutte le unità in transito dovranno comunque mantenersi ad una distanza di sicurezza di almeno 200 metri dalle unità impegnate nei lavori, procedendo con una velocità di sicurezza tale da non determinare un modo ondoso che possa disturbare le operazioni in premessa citate e prestando altresì scrupolosa attenzione alle segnalazioni che potrebbero essere fatte dal personale imbarcato sulle unità impegnate nelle operazioni.

Articolo 3. AI fine di non intralciare le normali attività operative, tutte le unità dirette ed in uscita dal porto di Isola del Giglio dovranno contattare, tramite VHF ch 16 elo ch 13 di lavoro, la locale Autorità Marittima o il mezzo militare in servizio di sorveglianza, prima dell’avvicinamento nella zona interdetta di cui al rende noto, al fine di essere autorizzati all’accesso ed all’uscita dal porto.

Articolo 4. I contravventori alla presente Ordinanza, salvo che il fatto non costituisca diverso e più grave illecito, incorrono nelle sanzioni previste dal Codice della Navigazione e dalle altre Leggi Speciali, in relazione alla fattispecie degli illeciti commessi e sono ritenuti responsabili civilmente dei danni che possono derivare alle persone, all’ambiente marino, e/o alle cose in conseguenza dell’avvenuta trasgressione.

Articolo 5. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente ordinanza, la cui pubblicità verrà assicurata mediante l’affissione all’albo dell’Ufficio e l’inclusione alla pagina “ordinanze” del sito istituzionale www.portosantostefano.guardiacostiera.it».

 

 

 

 

Comments

There are no comments yet.

Leave a Reply

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*

© CVCP - Club Velico Castiglione della Pescaia. P.iva 00955940531. All rights reserved.